Modalità:


Login  | 
Progetto ENEA

Progetto E.N.E.A. per i rifugiati e richiedenti o titolari di protezione internazionale o sussidiaria

Destinato a 20 rifugiati per motivi umanitari: sarà dato loro un alloggio in locazione per sei mesi, inseriti in un percorso di qualificazione per tre mesi e tirocinio in azienda per altri tre mesi.

Attivato il 1° Settembre 2013

Progetto con la finalità di favorire l’integrazione socio-economica dei richiedenti/titolari di protezione internazionale (non vulnerabili)
La Provincia Barletta - Andria -Trani sta promuovendo il progetto E.N.E.A. Elaborare Nuove Esperienze di Autonomia, rispondente all’Avviso Pubblico relativo alla presentazione di progetti finanziati sul Fondo Europeo per i Rifugiati 2008 - 2013 Annualità 2012- Azione 1 - Integrazione socio-economica dei richiedenti/titolari di protezione internazionale (non vulnerabili).
Il progetto E.N.E.A., mira all’integrazione socio-economica dei richiedenti/titolari di protezione internazionale (non vulnerabili) presenti sul territorio della nostra regione ed in particolare nei comuni della Provincia di Barletta Andria Trani, attraverso l’erogazione e l’attivazione di un paniere di servizi dedicati all’integrazione ed all’inclusione dei suddetti soggetti potenziando ed ampliando la serie di servizi svolti dalla rete di soggetti del territorio competenti in materia. Si tratta di attuare un passaggio culturale profondo, cioè da una visione di servizi statici e autoreferenziali a un approccio dinamico e processuale basato sull’articolazione delle fasi di accoglienza che sappia, partendo dai bisogni della singola persona accolta, differenziare servizi e strumenti, al fine di essere concretamente incisivi per supportare gli ospiti verso un coerente e sostenibile percorso migratorio.
Gli obiettivi specifici di E.N.E.A. sono:
• Creare uno staff multidisciplinare di supporto all’integrazione socio economica;
• Migliorare le procedure di accoglienza e accompagnamento;
• Ampliare i percorsi individualizzati che vanno dall’accoglienza all’orientamento;
• Migliorare i percorsi formativi e di inserimento lavorativo;
• Potenziare i servizi di accoglienza abitativa;
• Consolidare ed allargare la Rete territoriale.

I destinatari di tali interventi ed attività sono cosi come stabilito dall’Avviso Pubblico i richiedenti/titolari protezione internazionale cd. ordinari, non appartenenti a categorie vulnerabili. Per "Richiedente di protezione internazionale si intende qualsiasi cittadino di un paese terzo o apolide che abbia chiesto di essere ammesso ad una forma di protezione internazionale.

L’azione progettuale avrà quale fulcro, attraverso piani personalizzati d’inserimento sociale, la valorizzazione delle conoscenze, competenze e cultura dei beneficiari grazie ad un’azione di empowerment, capace di agire sulla convinzione di poter influire sulle decisioni che incidono sulla propria vita, di comprensione dell’ambiente e di partecipazione alla comunità, vuole migliorarne l’equilibrio e la qualità della vita, contribuendo efficacemente alla definizione del progetto migratorio in essere.

Allegati:

Locandina Convegno BAT.jpg

Destinatari Progetto ENEA.pdf

ENEA slide PROGETTO.pptx