Modalità:


Login  | 
Eventi e Notizie - Dicembre 2013
"A Scuola di Legalità", presentato il progetto
martedì 17 dicembre 2013 by Ufficio Stampa

“Legalità fa rima con civiltà”: così l'Assessore alla Trasparenza ed alla Legalità della Provincia di Barletta - Andria - Trani, Sabino Troia, ha esordito durante la presentazione del progetto “A Scuola di Legalità”, illustrato questa mattina presso l’auditorium dell’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I” di Andria, davanti ad una folta platea composta da studenti, docenti e rappresentanti delle forze dell’ordine.

L’iniziativa è curata dalla Provincia e l’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I” di Andria, in collaborazione con il Siap (sindacato italiano appartenenti polizia), Libera contro le Mafie del Presidio di Andria e l'Osservatorio regionale sulla Sicurezza, presieduto da Nisio Palmieri.

Il progetto, sperimentale, parte quest'anno dall'Ita ma ha l'obiettivo di unire associazioni, parrocchie, forze dell'ordine, scuola e famiglie in un’unica rete finalizzata a prevenire fenomeni di criminalità che si manifestano spesso in età adolescenziale.

«La scuola ha il compito di formare le coscienze ed educarle al buon senso, inculcando in esse la consapevolezza che ogni torto fatto al prossimo è segno di un fallimento personale che si manifesta nei rapporti interpersonali» ha detto Riccardo Liso, Coordinatore delle attività didattiche dell’Ita “Umberto I”.

Per Giuseppe Tiani, Segretario nazionale del Siap «prima di parlare di legalità è opportuno far capire ai giovani il senso di civiltà e il rispetto verso gli altri. Serve a poco parlare a loro di rispetto delle regole se poi non si conoscono le regole alla base della convivenza civile».

Il progetto si strutturerà con lezioni e incontri rivolti ai genitori e agli alunni dell'Ita a partire dal prossimo gennaio. A interloquire con loro saranno l'ispettore di polizia Giuseppe Durante che ha curato il progetto, soci di Libera contro le mafie, del presidio di Andria, rappresentata oggi dal presidente Vito Leonetti e dal vice Caldarola, Nisio Palmieri, autore del libro “Criminali di Puglia”, adottato come testo di lettura e approfondimento per gli alunni che frequentano il primo anno dell'Ita. Nel corso del progetto saranno effettuate visite guidate ai campi di Libera di Torchiarolo, ai beni confiscati alla mafia andriese, saranno tenute lezioni di educazione alla legalità, partendo dall'osservazione del codice della strada e altri momenti di incontro e uscite didattiche finalizzati.

All'incontro ha partecipato, in rappresentanza della Prefettura, il Dirigente dell’Area Ordine e Sicurezza Pubblica della Bat Michele Lastella, oltre alle massime autorità militari del territorio andriese e a don Gianni Massaro, Vicario del Vescovo di Andria.

 

L’Ufficio Stampa

Enrico Aiello