Login  | 
Eventi e Notizie - 2015
Soppressione fermata Trinitapoli-San Ferdinando, Spina e Minervino scrivono all’Assessore Giannini
giovedì 22 ottobre 2015 by Ufficio Stampa

Un intervento immediato per scongiurare la soppressione della fermata del treno regionale Bari-Foggia nella stazione di Trinitapoli-San Ferdinando di Puglia.

E’ quanto hanno richiesto, con una nota formale inviata questa mattina, il Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani Francesco Spina ed il Consigliere provinciale delegato alle Infrastrutture ed ai Lavori Pubblici Andrea Minervino all’Assessore ai Trasporti della Regione Puglia Giovanni Giannini.

«E’ motivo di forte preoccupazione la notizia sempre più insistente della soppressione, dal prossimo 13 dicembre 2015, della fermata del treno regionale Bari-Foggia nella stazione di Trinitapoli-San Ferdinando di Puglia - scrivono il Presidente Spina ed il Consigliere Minervino -. Da diversi giorni ci giungono numerose sollecitazioni da parte dei cittadini di Trinitapoli, ma anche da pendolari di Margherita di Savoia e San Ferdinando di Puglia, che quotidianamente usufruiscono di quel servizio, e che rischierebbero così di non poter raggiungere i luoghi di lavoro, gli istituti scolastici o le Università di pertinenza. Ci auguriamo che si tratti di un semplice equivoco perché, in caso contrario, si creerebbero non pochi disagi ad un territorio che, con quella stazione, copre un bacino di utenza costituito da tre città e circa 45.000 abitanti. Già da alcuni anni - prosegue la nota inviata all’Assessore regionale Giannini - la stazione di Trinitapoli-San Ferdinando di Puglia ha subito notevoli tagli e ridimensionamenti (treni soppressi e biglietteria chiusa); sopprimere anche le fermate del più importante treno regionale graverebbe, non poco, sul nostro territorio».

Il Presidente della Provincia Francesco Spina ed il Consigliere provinciale Andrea Minervino hanno dunque auspicato un intervento dell’Assessore Giannini affinchè si “eviti tale scelta improvvida e penalizzante per l’intero territorio provinciale”.

L’Ufficio Stampa

Enrico Aiello