Login  | 
Eventi e Notizie - 2015
Il Presidente Spina a Barletta per il Centenario della “Grande Guerra”
martedì 26 maggio 2015 by Ufficio Stampa

 

Il Presidente della Provincia di Barletta - Andria - Trani Francesco Spina ha partecipato questa mattina a Barletta alla cerimonia di commemorazione per rendere omaggio al sacrificio dei militari che cento anni fa parteciparono alla Grande Guerra.

Presenti il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano Generale Danilo Errico, il Presidente della Commissione Difesa del Senato Nicola Latorre, il Sindaco di Barletta Pasquale Cascella, il Prefetto della Bat Clara Minerva e le principali autorità civili e militari del territorio.

«Voglio sinceramente congratularmi con l’Amministrazione comunale di Barletta e con la Prefettura di Barletta - Andria - Trani per aver dato vita ad un momento intenso e dal forte significato valoriale quale quello odierno - ha affermato, nel corso del suo intervento, il Presidente Spina - Con grande coesione istituzionale, alla presenza delle scolaresche della Città di Barletta e di tanti nostri concittadini, abbiamo commemorato le vittime di una pagina triste e drammatica della nostra storia, come la Prima Guerra Mondiale: da questo territorio, alla presenza del Ministro Pinotti che ha voluto onorare queste celebrazioni con la sua presenza, parte oggi un forte messaggio di Pace ed un doveroso omaggio ai tanti figli della nostra terra che parteciparono a quegli eventi ed al loro inestimabile spirito di sacrificio».

Nel corso della mattinata è stata disposta una corona davanti alla lapide del Rivellino, in memoria dei caduti, mentre il Generale Gaetano Carli, pronipote del Sergente Giuseppe Carli (prima medaglia d’oro al valor militare di quel conflitto) ha ricordato lo spirito che animò l’eroico sacrificio del giovane cittadino di Barletta, testimoniato dalla sua ultima lettera alla famiglia, letta dall’attore Ermanno Rizzi.

Inaugurata, infine, la suggestiva mostra “L’Italia chiamò. Barletta e la Grande Guerra”, allestita nella casamatta Santa Maria del Castello.

L’Ufficio Stampa

Enrico Aiello