Modalità:


Login  | 
Rete Nazionale Antiviolenza

Dal 2011 viene sottoscritto il Protocollo d’Intesa con il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri per l’adesione alla Rete Nazionale Antiviolenza.

 La sottoscrizione del Protocollo rappresenta un’occasione di sensibilizzazione particolarmente significativa per promuovere i servizi già attivi o in corso di attivazione sul territorio provinciale, di concerto con gli Enti Locali, il terzo settore e tutti i cittadini che, a vario titolo, siano attivi nella lotta e nel contrasto alla violenza di genere. Con tale intesa, la Provincia entra a far parte della Rete Nazionale Antiviolenza del Dipartimento come Ambito Territoriale di Rete e si impegnerà ad avviare e migliorare la Rete antiviolenza locale, a supportare la risposta alle domande di aiuto delle vittime di violenza di genere e ad individuare ed impegnare possibili risorse umane ed economiche da veicolare ai soggetti che gestiscono le azioni ed i servizi locali contro la violenza. Il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, invece, si impegnerà ad offrire alla Provincia un’assistenza tecnica per migliorare il sistema operativo di rete locale a carattere sovra comunale, nell’azione di contrasto al fenomeno della violenza e di genere e stalking.

 L’entrata della Provincia nella Rete Nazionale, quindi, comporta l’attivazione, anche nel Ns. territorio, del Servizio 1522 numero verde, al quale le donne vittime di violenza possono rivolgersi secondo le seguenti modalità operative di accoglienza telefonica:

 Modalità operativa adottata sull’intero territorio nazionale

A livello nazionale il Servizio 1522 accoglie tutte le chiamate delle vittime di violenza di genere e stalking, a prescindere dalla loro ubicazione territoriale, garantendo un servizio di accoglienza telefonica specializzato (ascolto, analisi della domanda, prime indicazioni e suggerimenti utili) e l’orientamento all’accesso ai servizi pubblici e privati del sistema locale di intervento (centri antiviolenza, servizi socio-sanitari, forze dell’ordine, ecc.), presenti sul territorio di riferimento, deputati all’aiuto, alla protezione ed al sostegno al fine di uscire dalla situazione di violenza.

Modalità operativa negli Ambiti Territoriali di Rete

Le aree definite ATR, sono quei territori con cui sono siglati i Protocolli d’intesa con il Dipartimento. La modalità operativa consiste nell’espletamento di un servizio telefonico per le donne vittime di violenza di genere e stalking che chiamano da codesti territori. Nello specifico, a seconda dei casi, dopo un primo ascolto della richiesta da parte della vittima, viene effettuato un trasferimento diretto della chiamata dal call center 1522 al servizio specializzato o all’ente nodo di rete individuato come referente locale nei giorni e negli orari di apertura dello stesso.

Modalità operativa per le emergenze

Interessa tutto il territorio nazionale, è operativa in tutte quelle situazioni che si possono qualificare per l’urgenza di un intervento di protezione della vittima, che si trova in uno stato di pericolo immediato o di alto rischio per la sua incolumità. In questi casi l’operatrice attiva le forze dell’ordine, tenendo in attesa la donna che ha chiamato il 1522. Tale procedura segue le indicazioni tecnico-operative condivise con le FF.OO. nell’ambito della Convenzione del 12 gennaio 2011 stipulata tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per le Pari Opportunità e il Ministero dell’Interno Dipartimento per la Pubblica Sicurezza.

http://www.antiviolenzadonna.it/